Back issues

Volume 15, Issue 2, 15 April 2009

Volume 15, Issue 2 – 15 April 2009

Full Text | PDF (1,7 MB)

John E. Randall and John L. Earle: Variation in habitat and color of the Hawaiian scorpionfish Sebastapistes coniorta, pp. 61-68

Sommario

Alcuni piccoli esemplari di pesce scorpione, rinvenuti presso il Bishop Museum in due vecchi lotti della specie Sebastapistes ballieui delle Isole Hawaii e sospettati di appartenere alla specie non hawaiana S. cyanostigma, sono stati riconosciuti invece come esemplari della specie hawaiana endemica S. coniorta. La specie indopacifica S. cyanostigma si distingue da S. coniorta per avere numerosi puntini bianchi anziché piccole macchie di colore bruno scuro e per la struttura della doppia cresta suborbitale (in S. cyanostigma si unisce posteriormente in una singola cresta). Insolite varia zioni nell’habitat e nella colorazione nativa di S. coniorta sono altresì documentate.

Abstract | Full Text | PDF (328 KB)

 

Sebastapistes cyanostigma, BPBM 18348, 45 mm SL, northern Red Sea. Photo by J. E. Randall

 

 

William F. Smith-Vaniz: Three new species of Indo-Pacific jawfishes (Opistognathus: Opistognathidae), with the posterior end of the upper jaw produced as a thin flexible lamina, pp. 69-108

Sommario

Si fornisce la descrizione di sei specie di pesci mascella dell’Indo-Pacifico del genere Opistognathus, tutte caratte rizzate dal l’avere l’estremità posteriore della mascella prolungata in forma di una sottile lamina flessibile. Tre sono specie valide già descritte (O. nigromarginatus Rüppell, 1830; O. castelnaui Bleeker, 1860 and O. muscatensis Boulenger, 1877), mentre le seguenti sono descritte come nuove: O. cyanospilotus, proveniente dal mar delle Andamane e Bali, ha la pinna caudale di colore giallo uniforme, è privo di bande o macchie suifianchi o sulla pinna dorsale, ma con numerose chiazze blu dai contorni più o meno regolari sull’opercolo, sulle guance e sulla mascella; O. randalli, dall’Indonesia e Filippine, ha la porzione dorsale dell’occhio distintamente dorata in vita, 7-10 striature giallo-arancio sui fianchi, pinna dorsale, anale e caudale con un sottile margine blu chiaro in vita; O. variabilis, diffuso in un’area che si estende dalle Isole Maldive a Palau, si caratterizza per una colorazione molto varia bile dal giallo al bruno o blu, e sebbene una serie di 7-8 chiazze scure siano spesso presenti sui fianchi in posizione mediana negli individui giovani e nelle femmine, esse sono molto tenui o assenti nei maschi durante il corteggiamento e in entrambi sessi in alcune località. In questa specie, inoltre, la lunghezza della mascella è molto variabile, potendo variare da relativamente corta a molto allungata, ma le traiettorie di crescita sono costanti per ogni località così che forme con mascella allungata e forme con mascella breve non coesistono mai nella stessa località. La combinazione dei valori meristici e dei tratti della colorazione consentono di distinguere agevolmente questo pesce mascella dalle altre specie del genere Opistognathus. Le ragioni per trattare queste variazioni come circoscritte ad una singola specie sono discusse e il mosaico di livree è documentato.

Abstract | Full Text | PDF (1,1 MB)

Opistognathus randalli, NSMT-P 63414, male, 63 mm, Bitung, Sulawesi. Photo by K.Shibukawa (after Kimura & Matsuura 2003).

 

Richard Winterbottom: A new species of the genus Trimma (Percomorpha; Gobiidae) from Helen Reef, South-West Islands of Palau, pp. 109-116

Sommario 

Una nuova specie del genere Trimma è descritta sulla base di 41 esemplari provenienti dall’estremità meridionale di Helen Reef, arcipelago di Palau sudoccidentale. Trimma hotsarihiensis n. sp. è caratterizzata da: assenza di scaglie sulla linea predorsale mediana, sulle guance e sull’opercolo, presenza di un ampio canale interorbitale a forma di U e di una fossa postorbitale a fessura, una cresta carnosa sulla linea dorsale mediana che si estende dalla prima spina dorsale e che discende in altezza anteriormente fino alla verticale sopra il ramo verticale del preopercolo, assenza di spine dorsali allungate, di norma 9 raggi dorsali, 17 raggi pettorali con 6-12 raggi centrali ramificati e il quinto raggio pelvico non ramificato. Appena raccolta, T. hotsarihiensis appare di colorazione gialla con piccole macchie gialle sulla caudale e una striatura nera alla base della dorsale e dell’anale fiancheggiata distalmente da una stria gialla approssimativamente dello stesso spessore nella pinna dorsale mentre il resto della pinna anale è giallo. Presenta, inoltre, una breve, diffusa e irregolare stria scura che corre posteriormente da un punto immediatamente sopra l’opercolo e una banda scura, larga quanto il diametro della pupilla, che si estende lungo la linea mediana dalla regione occipitale e si assottiglia verso la parte terminale del peduncolo caudale. Gli esemplari conservati sono di colore giallo paglierino, con le striature scure sulla dorsale e sull’anale e sopra l’opercolo ben evidenti, come appare anche, di solito, la banda mediana scura. Trimma hotsarihiensis è attualmente nota solo da Helen Reef appena sopra l’equatore nel Pacifico occidentale.

Abstract | Full Text | PDF (112 KB)

Trimma hotsarihiensis, 14.0 mm SL male paratype, Helen Reef, Palau, ROM 83268. Photo by R. Winterbottom

 

 

Friedhelm Krupp and Kevin Budd: A new species of the genus Garra (Teleostei: Cyprinidae) from Oman, pp. 117-120

Abstract

Garra smarti n. sp. a new species of the cyprinid fish genus Garra Hamilton, 1822 is described from Wadi Hasik, Dhofar Province, Oman, based on 11 specimens of 24.8 to 49.5 mm standard length. It differs from all other Arabian Garra by the following combination of characters: acutely pointed snout tip; anus immediately in front of anal-fin origin; 3 unbranched and 7 branched dorsal-fin rays; 34 or 35 pored scales in the lateral line, 14-16 circumpedunclar scale rows; 13-15 gill rakers on lower limb of first gill arch; mental disc small, usually longer than wide.

Abstract | Full Text | PDF (96 KB)

Garra smarti n. sp., photograph of live specimen at collecting site. Photo by K. Kawai

 

Previous post

A new species of the genus Garra (Teleostei: Cyprinidae) from Oman

Next post

Two new species of damselfishes (Pomacentridae: Chromis) from Indonesia

The Author

Rossella

Rossella

No Comment

Leave a reply