Back issuesUncategorized

Volume 6, Issue 3, February 2003

Volume 6, Issue 3 – February 2003

06-3

Full Text | PDF (1,3 MB)

Bruce B. Collette, Jeffrey T. Williams, Christine E. Thacker, and Michael L. Smith: Shore fishes of Navassa Island, West Indies: a case study on the need for rotenone sampling in reef fish biodiversity studies, pp. 89-131

Sommario

Nel periodo Aprile-Maggio 1999 sono state predisposte intorno all’Isola Navassa 38 stazioni di raccolta: in 22 di esse è stato eseguito un campionamento con rotenone, in 4 stazioni con rete da pesca in luce notturna, in 5 stazioni con amo e lenza e in 7 stazioni si sono eseguite osservazioni subacquee. Mediante rotenone sono state raccolte otto nuove specie criptiche – cinque blennoidi, due succiascogli e un ghiozzo. Cinque di queste sono già state formalmente descritte, mentre la descrizione delle altre tre è in corso di stampa. Sono qui riferiti nuovi dati sul comportamento e la colorazione di una delle specie recentemente descritte, Emblemaria vitta.

Complessivamente sono state raccolte o registrate 224 specie di pesci appartenenti a 66 famiglie, confermando in parte dati già in possesso, ma aggiungendone 160 di nuove. Pertanto il numero di specie che risultano presenti nelle acque intorno all’isola Navassa sono ora 237. Delle 224 specie riferite in questo lavoro, 102 (45.5%) sono state raccolte solo con l’ausilio del rotenone, mentre 56 con rotenone affiancato ad altre tecniche. Con un totale di 158 specie raccolte, il rotenone si dimostra, quindi, essenziale per ottenere un inventario completo delle specie. La maggior parte è rappresentata da specie di scogliera ampiamente diffuse nel Mar dei Caraibi. Navassa risulta piuttosto povera di specie se confrontata con le isole Bermuda (433 specie) e con quattro atolli oceanici dei Caraibi occidentali (237 specie). Delle specie registrate a Navassa 140 sono presenti anche alle Bermuda, mentre 139 sono comuni con i sopra citati atolli. Tutte e tre le località mancano però di famiglie associate alla piattaforma continentale, come i pesci rospo (Batracoididae), le triglie e i lucci di mare (Centropomidae). A Navassa sono assenti anche le famiglie associate ai letti di alghe poco profondi, come aringhe e acciughe. Rispetto alle Bermuda, Navassa ha un numero di specie simile per quanto riguarda i ghiozzi (14 vs 19), i pesci donzella (9 vs 10), i pesci chirurgo (3), i pesci balestra (5 vs 6), i pesci scoiattolo (7 vs 8) e i pesci cardinale (11 vs 12); ha tuttavia un numero inferiore di specie di murene (14 vs 32), carangidi (7 vs 17), pesci grugnitori (3 vs 7), labridi (10 vs 16), lutianidi (4 vs 11), pesci pappagallo (9 vs 13) e cernie (21 vs 29). È presente però un maggior numero di blennoidi (24 vs 11), insieme a succiascogli (6) ed opistognatidi (2), due famiglie assenti alle Bermuda.

Abstract | Full Text | PDF (1,2 MB)

6-3_Shorefishes540

 

 

 

Life coloration of a pale-colored male Emblemaria vitta. Underwater photo at Utila Island, Honduras. Photo by Keri Wilk, ReefNet, Inc.



Previous post

Austrolebias jaegari (Cyprinodontiformes: Rivulidae: Cynolebiatinae): a new annual fish from the Laguna dos Patos system, southern Brazil, with a redecription of A. gymnoventris (Amato)

Next post

Shore fishes of Navassa Island, West Indies: a case study on the need for rotenone sampling in reef fish biodiversity studies

The Author

Rossella

Rossella

No Comment

Leave a reply